Puoi liberarti dal dolore,
dai via libera al 
movimento!*

Come descrivere il dolore


Nel valutare e descrivere il dolore muscolo-scheletrico, per esempio per chiedere consiglio, è importante precisare alcuni elementi:

  • La sede: articolazioni, muscoli, legamenti, schiena, collo, zona lombosacrale
  • L’estensione: il dolore può essere limitato in un’area (circoscritto) oppure diffuso o irradiato
  • L’intensità: per comodità può essere espressa con un numero, da 0 (assenza di dolore) a 10 (dolore insopportabile)
  • La natura: definire se il dolore è acuto, quindi improvviso e in genere di breve durata, oppure cronico, che persiste da tempo
  • L’insorgenza e la durata nell’arco della giornata: è necessario infatti precisare l’eventuale causa, se la si conosce, del dolore (per esempio dolore scatenato da un movimento scorretto, dopo aver fatto una particolare attività fisica o dopo aver subito un trauma). E segnalare anche per quanto persiste nell’arco della giornata, o se compare solo in alcuni momenti.
Pain relief and pregnancy

LO SAPEVI?

Per alleviare il dolore è importante intervenire su abitudini e fattori che possono condizionarlo (per esempio posture scorrette, sovrappeso, sforzi fisici eccessivi).

 

 

Identificare il dolore